PUGLIA-  Borgo autentico di Acquaviva delle Fonti
PUGLIA- Borgo autentico di Acquaviva delle Fonti

PUGLIA- Borgo autentico di Acquaviva delle Fonti

Acquaviva delle Fonti fa parte della Città metropolitana di Bari in Puglia. Il suo nome deriva dalla grande falda acquifera che scorre nel suo sottosuolo.

Il territorio di Acquaviva comprende anche le frazioni di Bellarosa, Notarangelo, Parco della Corte, Pratomastro e Quattro Cantoni.

COSA VEDERE AD ACQUAVIVA DELLE FONTI

Nel borgo di Acquaviva si inizia il tour esplorativo dalla cattedrale,  la chiesa parrocchiale dedicata a Sant’Eustachio. È una delle quattro basiliche palatine della Puglia. La sua costruzione fu terminata nel 1594. Al suo interno catturano lo sguardo i numerosi archi, le volte a vela e la cripta.


Bella anche la Torre dell’Orologio costruita nei primi anni del Cinquecento,  il suo aspetto attuale è il risultato di un importante ristrutturazione realizzata tra il 1824 e il 1825.


Si prosegue al Palazzo De Mari-Alberotanza realizzato alla fine del XVII secolo. Il palazzo ingloba un torrione dell’ex castello normanno. Sulla facciata principale è presente una triplice balconata e un imponente portone d’ ingresso. Il palazzo è composto da oltre 100 ambienti e si caratterizza per una corte interna con loggiato e per lo stemma araldico, dei principi De Mari.


Legata alla storia del paese è la Cassarmonica, costruita nel 1907 grazie alle offerte dei cittadini che furono invitati a rendere onore al Gran Concerto Bandistico di Acquaviva. La statua di Santa Cecilia impreziosisce il frontone centrale.


Da vedere anche la mostra archeologica permanente “Salentino, alle origini della città” che raccoglie circa 100 reperti risalenti al periodo compreso tra il VI e il III secolo a.C. e che furono rinvenuti durante gli scavi effettuati tra il 1976 e il 1979.

TIPICITA’ GASTRONOMICHE AD ACQUAVIVA

 

Da gustare

La cipolla rossa di Acquaviva che è famosa per la sua dolcezza e per la tipica forma appiattita; la sua coltivazione segue ancor’ oggi gli antichi metodi.

Tra i piatti tipici Pugliesi prova le ricette dei TARALLI DOLCI e delle FRISELLE

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *